• Redazione Traguardi

La bici è il mezzo della Fase 2: subito una pista per ogni linea del bus

Il movimento civico propone un piano di “urbanistica tattica”: «Tutte le città si preparano alla ripresa investendo sulla mobilità alternativa, più sicura in tempi di covid. Verona sarebbe la città perfetta: vogliamo che sul percorso di ogni linea urbana ATV passi una ciclabile. Il passo successivo? Gli accordi con i comuni di cintura.»



«L’emergenza coronavirus è la grande occasione per rendere la nostra città a misura di bicicletta: non solo in nome della sostenibilità ambientale, ma anche per preservare la salute e favorire una rapida ripresa – spiega Tommaso Ferrari, consigliere di Traguardi e membro della Commissione per l’emergenza – Tante città stanno già approntando piani ambiziosi (Milano avrà entro fine anno 35 chilometri di piste in più), e Verona non può perdere quest’occasione.»

«Ci sono alcuni interventi semplici realizzabili rapidamente grazie alla cosiddetta “urbanistica tattica”, senza bisogno di cantieri lunghi e onerosi. E la nostra proposta parte da qui: Verona ha 19 linee urbane di autobus feriali, che attraversano la città da un capo all'altro. Nei prossimi mesi utilizzare i mezzi pubblici sarà più difficile, per la necessità del distanziamento e perché molti avranno paura. Perché allora non prevedere percorsi ciclabili che seguano l’itinerario di ogni linea? Percorsi già tracciati, sui quali è possibile ricavare corridoi ciclabili con diversi strumenti, adattandoli alle diverse tipologie di strada, per dare un’alternativa concreta e sicura ai veronesi.»


«La bella stagione si presta particolarmente all'uso della bici: non facciamoci cogliere impreparati


Nelle immagini un esempio di intervento presentato dal Comune di Milano.





0 visualizzazioni
Info

Piazza Santi Apostoli 6, 37121 Verona

C.F.: 93275900236

info@traguardi.org

Social
  • Facebook
  • Instagram
  • Black Icon YouTube

© 2019 by Traguardi