• Redazione Traguardi

La Spianà ancora una volta utilizzata come discarica: servono soluzioni veloci e riqualificazione

Il gruppo di Traguardi della terza Circoscrizione segnala l’ennesimo episodio di abbandono rifiuti in zona via Sogare: servono soluzioni immediate dagli enti competenti e un progetto di riqualificazione dell’intera area.



Ancora una volta l'area della Spianà è utilizzata come luogo dove abbandonare, indisturbati, rifiuti di ogni genere: piastrelle per edilizia, barattoli di materiale chimico, giocattoli per bambini, addirittura un frigorifero.


«Ce ne siamo accorti, insieme a molti altri cittadini, nei scorsi giorni. Purtroppo non è la prima volta che segnaliamo questa incuria, e sempre nello stesso posto», spiega Giacomo Cona, segretario di Traguardi. «L'abbandono è tanto sfacciato e incivile da non sembrare vero, ma è difficile sorprendersi quando ripetiamo, da anni, che la zona si espone facilmente a questo tipo di situazioni».

Il timore è che un intervento anche immediato di Amia non sia sufficiente a impedire nuovi episodi di inciviltà e illegalità. Servono misure più efficaci e concrete: una maggiore illuminazione della strada e l'acquisto e l'installazione di telecamere di sicurezza a controllo della zona, come Amia annuncia da mesi, senza esito, di voler fare proprio per prevenire situazioni simili.

Prosegue Cona: «Non è nuovo il problema dello smaltimento e raccolta dei rifiuti speciali. Crediamo che la predisposizione di piccole isole ecologiche ben distribuite e facilmente raggiungibili in tutti i quartieri di Verona possa essere una buona soluzione, insieme ad una massiccia campagna di informazione rivolta ai cittadini per sensibilizzarli sul tema, fornendo istruzioni precise, un numero verde da chiamare per chiedere informazioni e un servizio online efficiente e puntuale».

Oltre a rappresentare un danno per l'ambiente, l'episodio testimonia lo spreco di un enorme spazio verde che potrebbe diventare una risorsa preziosa per i quartieri dell'ovest veronese e di tutta la città.


«Occorre pensare alla riqualificazione complessiva di tutta la Spianà, come chiediamo da tempo e a gran voce», evidenzia Mattia Ambrosi, referente di Traguardi in Terza circoscrizione. «L'area costituisce uno spazio di grandi possibilità per i cittadini e i residenti, dove fare sport, passeggiare o utilizzare la bici. Una zona vissuta e frequentata dai tanti cittadini che vivono i quartieri del circondario smetterebbe di essere utilizzata come discarica».


Un primo passo potrebbe essere la realizzazione di una pista ciclabile di collegamento tra lo Stadio e San Massimo, come proposto da Traguardi la scorsa estate. Un percorso illuminato, videosorvegliato e lontano dal traffico. Inoltre, post emergenza sanitaria, la Spianà potrebbe diventare teatro di eventi all'aperto, passeggiate ecologiche, giornate a tema sport o cultura, eventi organizzati dalle tante associazioni del territorio.

«Non possiamo permettere che una zona simbolo dell'ovest veronese venga ridotta a discarica dove i soliti incivili abbandonano impuniti ogni genere di rifiuto», conclude Ambrosi. «Restituiamo la Spianà ai cittadini e prendiamocene cura per migliorare la vita dei nostri quartieri».

40 visualizzazioni0 commenti
Info

Piazza Santi Apostoli 6, 37121 Verona

C.F.: 93275900236

info@traguardi.org

Social
  • Facebook
  • Instagram
  • Black Icon YouTube

© 2019 by Traguardi