• Redazione Traguardi

Le folli strumentalizzazioni sul Film Festival della Lessinia

Ferrari e Trincanato commentano le sparate di Mariotti contro la più importante kermesse culturale delle montagne veronesi.

«Per far parlare di sé in campagna elettorale ogni scusa è buona, Massimo Mariotti straparla di cose che non conosce. Il Film Festival della Lessinia è da anni un evento che dà lustro e prestigio alle nostre montagne, proiettando quei territori su scala internazionale» spiega Tommaso Ferrari, consigliere comunale di Traguardi.


«Mariotti, accecato dall'ideologia, cerca visibilità e mira a finire sui giornali solamente con un obiettivo, quello della sua campagna elettorale per le regionali, strumentalizzando una manifestazione culturale di alto livello della quale il nostro territorio deve andare fiero».


«Mariotti sostiene che l'amministrazione di centro-destra di Bosco Chiesanuova dovrebbe avversare una programmazione di qualità come quella del Film Festival della Lessinia, solamente per motivi ideologici. In questo modo si rischia di affossare un territorio a forte vocazione turistica e culturale, rinvigorendo l'immagine stantia di una Verona chiusa al mondo».


Rincara la dose Pietro Trincanato, presidente di Traguardi: «Speriamo che i consigli di Mariotti non vengano presi sul serio da qualche sindaco, altrimenti nei prossimi anni rischiamo di trovarci senza festival lirico in Arena e, chissà, anche senza quello del cinema a Venezia.


È bene ricordare che il Festival della Lessinia è diventato invece ormai un punto di riferimento per quell'area, e ha contribuito a rilanciare un territorio che ha forte bisogno di cultura, turismo e richiami artistici, che sono l'essenza della nostra civiltà e un prezioso volano per l'economia».

4 visualizzazioni
Info

Piazza Santi Apostoli 6, 37121 Verona

C.F.: 93275900236

info@traguardi.org

Social
  • Facebook
  • Instagram
  • Black Icon YouTube

© 2019 by Traguardi